lunedì 20 marzo 2017

Recensione: "Nemesis" di Anna Banks

Nemesis
Serie: Nemesis #1
Autore: Anna Banks
Editore: Feiwel & Friends
Pagine: 368
Prezzo: 13,42 € cartaceo – 7,88 € ebook
*INEDITO IN ITALIA*
Trama:
Princess Sepora of Serubel is the last Forger in all the five kingdoms. The spectorium she creates provides energy for all, but now her father has found a way to weaponise it, and his intentions to incite war force her to flee from his a grasp. She escapes across enemy lines into the kingdom of Theoria, but her plans to hide are thwarted when she is captured and placed in the young king's servitude. Tarik has just taken over ruler ship of Theoria, and must now face a new plague sweeping through his kingdom and killing his citizens. The last thing he needs is a troublesome servant vying for his attention. But mistress Sepora will not be ignored. When the two finally meet face to face, they form an unlikely bond that complicates life in ways neither of them could have imagined. Sepora's gift could save Tarik's kingdom from the Quiet Plague. But should she trust her growing feelings for her nemesis, or should she hide her gifts at all costs?
> LA STORIA
Sepora è la principessa del regno di Serubel nonché l’ultima Forgiatrice: ha la capacità di “espellere” una materia brillante chiamata Spectorium, che viene usata per tutto (illuminazione, enegia, ecc..) nonché scambiata con gli altri regni. Lei è l’ultima rimasta con questa abilità speciale, che si tramanda di generazione in generazione.. quindi il padre, che di paterno non ha proprio nulla, ha ben pensato di rinchiuderla in una torre e farla Forgiare tutto il giorno per accrescere così la ricchezza del suo paese, dato che lo Spectorium è molto prezioso. Sepora non può fare a meno di Forgiare, si sente fisicamente male se non espelle lo Spectorium per troppo tempo, quindi attraverso le mani rilascia la sostanza che quasi subito solidifica, ed ha anche la capacità di darle la forma che vuole. Non potendo più vivere rinchiusa, con l’aiuto della madre simula la sua morte – una caduta dalla torre - e scappa con il suo serpente volante Nuna.
Non chiedetemi perché, ma pensa bene di andare a Theoria, il regno nemesi di suo padre, nel quale il sovrano è appena morto a causa di una brutta piaga che sta dilagando ed il figlio, Tarik il Re Falco, è da poco salito al trono. Dopo un viaggio non semplice (ometto apposta per non dirvi tutto) finisce per essere catturata e, data la sua bellezza, venduta al mercato della capitale. Chi poteva comprarla, se non il fratello di Tarik per regalarla al Re Falco da aggiungere al suo harem? Harem ereditato dal padre e di cui per altro Tarik non si interessa minimamente, dato che a Theoria sta dilagando una brutta malattia: un problema ben maggiore di cui preoccuparsi. Per non parlare degli scambi con Serubel, che ha misteriosamente smesso di vendere Spectorium..
Ma ben presto l’attenzione di Tarik sarà catturata (in modo molto teatrale e divertente devo dire) da una ragazza dell’harem che non passerà inosservata, sembra sapere molte cose su Serubel ed è piena di segreti che potrebbero forse aiutare il suo regno…
Non posso raccontarvi tutto, questa è solo una piccola premessa, ma c’è decisamente molto di più: il rapporto che tra i due nasce pian piano, le scoperte che Sepora fa circa i piani dei Theoriani e del padre e della sua abilità che forse potrebbe salvare delle vite ma potrebbe anche metterla in pericolo.. può fidarsi di Tarik, che sembra un sovrano gentile, oppure se sapesse che è una Forgiatrice la sfrutterebbe anche lui?
Insomma, una catena di eventi porterà Tarik a fidarsi di Sepora (senza sapere chi è lei ovviamente) e Sepora a cercare di aiutare i Theoriani ma allo stesso tempo anche il suo paese.. per non parlare del finale che, accidenti non mi aspettavo proprio, quindi voglio il seguito ora!

> COSA MI È PIACIUTO
▲ La caratterizzazione dei vari regni, Serubel, Theoria, Wachuk, Pelusia ed Hemut, tutti originali e diversi, ma avrei voluto anche una mappa per capire meglio la localizzazione di ognuno.
▲ Il setting egiziano di Theoria: le piramidi, i vestiti, il dipingersi il corpo, il mercato… sono elementi affascinanti e mi sono piaciuti molto! (Conoscete altri libri ispirati ai faraoni??)
▲La forza d’animo di Sepora, che in un paio di occasioni mi ha stupita e si è rivelata una protagonista interessante. Mi è piaciuto anche Tarik, un sovrano troppo giovane, molto intelligente nonchè un “Lingot”, ovvero ha la capacità innata di capire se la persona che ha davanti è sincera o no… immaginatevelo con Sepora, che gli ha rifilato una bugia dopo l’altra… XD
▲Gli animali: i Serubelani hanno serpenti volanti come animali protettori, da combattimento, da ricognizione.. mentre i Theoriani hanno grandi micioni (tipo tigri) come animali da compagnia… *w* che figata!

> COSA NON MI È PIACIUTO
▼ Forse, non so perché, mi aspettavo un po’ più di azione, mentre invece ho trovato il tutto un po’ “statico”: Sepora fugge subito da Serubel ed arriva ad Anyar -la capitale di Theoria- e qui si svolge tutta la storia.. non ci sono particolari “spostamenti” e mi è dispiaciuto perché con gli altri regni descritti a disposizione mi sarebbe piaciuto vederli spostare e raccontare di più..
▼ E’ un romanzo che tratta molto di politiche del regno, sudditi, leggi, alleanze, guerre.. il che in genere mi piace, solo che io avrei dato più spazio alla parte romance, all’azione, all’avventura.. però forse dato che i protagonisti sono due sovrani non sarebbe stato credibile? (?) Boh, sta di fatto che in generale l’ho trovato un libro molto statico, sebbene assolutamente godibile (non mi sono mai annoiata).

> PER CONCLUDERE
Una lettura piacevole e scorrevole, con due bei protagonisti ed un setting originale, a cui però è mancato qualcosa. Se non vi interessa l’azione e amate il tema egiziano allora potrebbe fare per voi!


Valutazione: 4 stelline
Difficoltà di lettura in lingua: medio/facile

lunedì 27 febbraio 2017

Release Day Blitz: "Per addestrarti" (Blood Bonds #4) di Chiara Cilli



Felice release day a Chiara Cilli!
Esce oggi Per Addestrarti, quarto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds, il primo con protagonisti André Lamaze e Nadyia Volkov!



Titolo: Per Addestrarti
Autrice: Chiara Cilli
Serie: Blood Bonds #4
Genere: Dark Contemporary Romance
Pagine: 312
Editore: Selfpublished
Prezzo eBook: € 2.99
Prezzo cartaceo: TBA



Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.

Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.


Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18


ACQUISTA ORA CON 1-CLICK



|| Amazon Kobo iBooks • Google Play ||


NON PERDERE I PRIMI TRE ROMANZI DELLA SERIE




LEGGI L'ESTRATTO


Pianissimo, mi approssimai alla soglia e feci capolino con la testa. André mi aspettava all’inizio della stretta scalinata che portava al pianoterra, un lato del corpo accasciato contro il muro in una posa indolente.
Voleva che lo raggiungessi?
Il suo sopracciglio si inarcò, come a dire Ti muovi o no?
Dunque mi avviai verso di lui con cautela, lanciando occhiate oblique alle porte su ambo i lati del corridoio mentre procedevo attraverso le zone d’ombra e di luce generate dalla scarsa illuminazione. Quando gli fui dinanzi, André piegò il capo per indicarmi le scale. Le guardai in tralice, quindi incominciai a salire gli alti gradini.
Lui era proprio dietro di me, così vicino che potevo sentire il suo respiro nell’orecchio. Avevo la sensazione che l’aura di ghiaccio che lo circondava si stesse espandendo per ammantare anche me e strangolarmi. La avvertivo intorno al collo, come delle dita in procinto di serrarsi.
Mi portai istintivamente una mano alla gola, mi volsi appena per controllare André…
… e misi un piede in fallo.
Protesi le mani per non spaccarmi i denti sullo scalino che mi stava venendo rapidamente incontro, ma d’improvviso mi ritrovai di nuovo dritta. Il braccio di André mi cingeva come un boa, al punto che faticavo a respirare, tanto mi comprimeva sotto i seni. Il suo petto era come acciaio contro la mia schiena.
Rimanemmo così per alcuni istanti – io aggrappata al suo avambraccio, la sua guancia che premeva forte sui miei capelli, i nostri respiri che divenivano sempre più rumorosi.
Il suo cuore era come un tamburo impazzito contro le mie scapole, un battito così veemente da appropriarsi del mio e costringerlo a seguire il suo stesso ritmo forsennato.
«Se volessi ucciderti,» mi sussurrò all’orecchio, sfiorandolo con le labbra, «non avrei bisogno di portarti da qualche altra parte.» Mi strinse a sé ancora di più, facendomi ansimare per la repentina fitta di dolore al costato e l’inaspettata contrazione nel basso ventre. «Lo avrei fatto lì dentro.»
Una scarica di terrore mi fece sbarrare gli occhi. Non ero nient’altro che un topo messo all’angolo, e lui il gatto che provava un piacere sadico nel vedermi tremare, consapevole che la zampata che mi avrebbe tolto la vita sarebbe giunta presto.
Ma non adesso.
Al rallentatore, staccai le mani dal suo braccio e le alzai in segno di resa. Ruotai lievemente il viso verso il suo e annuii piano, fremendo nel sentire la sua bocca sfregare sulla mia guancia.
«Non cadere», disse, l’alito che mi solleticava l’angolo delle labbra. «Non ti prenderò una seconda volta.»


GRAPHIC TEASER




GUARDA IL BOOKTRAILER




PARTECIPA AL GIVEAWAY

a Rafflecopter giveaway

L'AUTRICE

Nata il 24 gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal Dark Fantasy e Dark contemporaneo all’Erotic Suspense. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

|| FacebookTwitterWebsiteGoodreadsAmazonPinterestInstagramGoogle+YouTubeNewsletter ||

martedì 14 febbraio 2017

Unboxing Fairyloot di Gennaio: "Mistery & Mischief"

Buondì lettori! Dopo mesi torno di nuovo a postare.. faccio fatica a trovare il tempo per farlo (e a volte anche la voglia) ma quando ci riesco mi fa molto piacere tornare nel mio piccolo spazio!
Purtroppo anche io ho notato che molti blog hanno chiuso, sia per la mancanza di tempo che per i cambiamenti della blogosfera... per il primo faccio quel che posso, anche se con scarsi risultati, per i secondi beh.. sono cose che ho notato anche io e di cui mi dispiaccio, ma allo stesso tempo non mi lascio condizionare/toccare da queste vicende! E' evidente che i contenuti sono cambiati, gli articoli sono sempre gli stessi, le "sviolinate" verso le CE sono all'ordine del giorno, ma alla fine io continuo sempre sulla mia strada, quella che riesco e mi sento di percorrere, senza farmi troppi problemi! Chissenefrega di quello che fanno gli altri, se a loro piace così che si accomodino pure, no?
Spero che anche chi legge qui faccia lo stesso (sempre SE c'è qualcuno che legge XD XD) perchè sarebbe davvero un peccato che altri blog chiudessero solo per ciò che succede.. se condividete sempre e solo il vostro amore per i libri vedrete che ci sarà almeno una persona che risponderà! ^-^


Anyway, oggi voglio farvi vedere il contenuto della seconda (e non ultima XD) box librosa che ho acquistato: la Fairyloot di Gennaio, che aveva come tema "Mistery & Mischief"! Partiamo con le foto!
(della serie: un post facile che mi porta via poco tempo XD)

1/2 - I primi due oggetti che ho trovato aprendo la scatola: un Mistery Mini di HP (ho trovato Ron *-*) ed una candela profumata di Meraki Candles... profuma divinamente, inoltre il nome è stato scelto dall'autrice del libro del mese!

3 - L'immagine parla da sola direi. La BELLEZZA. Una cover per cuscino disegnata dalla bravissima Risa Rodil, con una citazione da "Il circo della notte" (che dovrei proprio leggere, acc!).. quanto la adoro??

4 - Un altro libro: ebbene sì, questo mese ce n'erano ben 2!! "How to think like Sherlock" di Daniel Smith.. come amante di Sherlock non posso che essere felicissima!
5 - Poi una carinissima collana con ciondolo a forma di rosa (la vedete sulla carta a righe, se ne capirà il significato leggendo il libro del mese) del negozio Oh Panda Eyes..
6 - Un segnalibro illustrato da entrambi i lati ispirato ad Alice in wonderland (con relative citazioni) e realizzato da Read at Midnight
7 - Oggetti extra: un bloc-notes ispirato alla serie Passenger, un segnalibro di The Alchemist of Loom ed una cartolina con un codice per scaricare un capitolo della serie Jackaby!

Il libro del mese: Caraval di Stephanie Garber, che sotto la sovraccoperta (edizione UK) ha un favoloso disegno d'oro! Ce n'erano 4 possibili (rosa, vestito, orologio e tendone da circo) e io sono contentissima di aver trovato la rosa, che era la mia preferita! *-*
Il libro, che non vedo l'ora di leggere, è accompagnato da un bookplate firmato, una lettera dell'autrice che dall'altro lato ha la mappa disegnata, un segnalibro ed una cartolina della serie! + il magazine e l'illustrazione del mese!!

Foto di gruppo! *-*
Anche stavolta il contenuto è stato assolutamente perfetto e incredibile, direi quasi superiore al prezzo della box stessa, il che lo rende un acquisto... come dire... giustificato?? XD Okay, voglio solo una scusa per comprarne un'altra, ma considerando quanto è sempre bello il contenuto non escludo che succederà molto presto! ;-)

A presto lettori!

sabato 7 gennaio 2017

Recensione: "Rebel - Il tradimento" di Alwyn Hamilton

Rebel – Il tradimento
Serie: Rebel of the sands #2
Autore: Alwyn Hamilton
Editore: Giunti
Pagine: 448
Prezzo: 16,00 € cartaceo – 9,99 € ebook

Trama:
Sono passati pochi mesi da quando Amani, dall'infallibile mira, ha incontrato il misterioso Jin ed è fuggita dal suo paesino nel deserto terribile e meraviglioso del Miraji sul dorso di un buraqi, mitico destriero fatto di sabbia e vento, in cerca della propria libertà. Ora sta invece combattendo per liberare una nazione intera da un tiranno sanguinario che non ha esitato a trucidare il padre pur di salire al trono. Amani si trova prigioniera nell'epicentro stesso del potere, il palazzo del Sultano, ed è determinata a rovesciarne il regime. Disperatamente concentrata nello sforzo di scoprire i segreti di corte, cerca di dimenticare che Jin è scomparso proprio quando le sembrava più vicino e di essere lei stessa pericolosamente in balia del nemico. Ma con il passare del tempo Amani arriverà a chiedersi se davvero il Sultano sia il tiranno che le è stato descritto e chi sia il vero traditore nei confronti della sua terra così bruciata dal sole e piena di magia.

> LA STORIA
Amani, venuta a conoscenza della sua natura di Demdji e del suo potere di controllare la sabbia, si è ormai unita a pieno titolo all’esercito dei ribelli del Principe Ahmed. Decisi a porre fine al governo tiranno del Sultano, padre di Ahmed e Jin, i ribelli (Amani compresa) cercano di liberare quanti più Demdji e persone dalle città ormai conquistate. Ed è proprio così che inizia infatti la storia: Amani è in missione e ci racconta come sia stata ferita da un colpo di pistola e di come Jin sia poi scomparso quando lei era in bilico tra la vita e la morte. Non c’è spazio però per i sentimenti in missione: da ogni scelta e da ogni distrazione dipendono le vite di molte persone e il destino di un intero paese. Le missioni quindi continuano e da una di esse Amani potrebbe aver anche aver tratto in salvo una persona appartenente alla sua famiglia….chi sarà la donna che sembra aver riconosciuto in lei sua madre?

Come suggerito dal titolo però, il “tradimento” è di casa in questo romanzo, quindi l’accampamento dei ribelli nel deserto si ritrova improvvisamente sotto attacco… e, per una serie di avvenimenti che non vi rivelo, Amani finisce col ritrovarsi prigioniera proprio all’interno del palazzo del Sultano, e più precisamente nell’harem! Da lì potrebbe quindi scoprire le prossime mosse del suo nemico... Dovrà solo affrontare “qualche” problema: sopravvivere tra un mucchio di donne che la vedono come una rivale e vogliono toglierla di mezzo, sfuggire alle mire di un altro figlio del sultano, tenere nascosto il fatto che appartiene al gruppo dei ribelli e che è il famigerato Bandito dagli Occhi Blu e trovare un modo di comunicare con i ribelli all’esterno…. Facile, no? In aggiunta a tutto ciò, quale Demdji, è incapace di mentire... quindi se il Sultano le facesse la domanda sbagliata….
Insomma, questa avventura è stata davvero memorabile vi assicuro! Ho amato ogni singola riga, colpo di scena, personaggio, abito, ambientazione… tutto semplicemente unico!

> COSA MI È PIACIUTO
(avrei detto TUTTO e stop, ma vi dico cosa ho apprezzato di più!)
▲ Sebbene il libro sia scritto tutto dal pov di Amani, in questo caso è stato decisamente un punto di forza: è una protagonista intelligente e coraggiosa che non fa rimpiangere il co-protagonista maschile; con lei mi sono sentita una vera eroina anche io ed ho escogitato piani di fuga, strategie militari, prossime mosse.. è una tosta e il suo racconto mi ha rapita!
▲ Le meravigliose leggende raccontate anche in questo romanzo: affascinanti e originali, da tenere a mente perché sono legate strettamente alla storia! Nulla è lasciato al caso…
▲La storia in generale, oltre ad essere stata perfettamente studiata, con intrecci inaspettati e colpi di scena, racchiude delle belle tematiche importanti: la politica e la sete di potere, la famiglia che non sempre è sangue del nostro sangue, il coraggio di lottare -e sacrificarsi- per quello in cui si crede, l’amore per il proprio paese… tanti spunti su cui riflettere!

> COSA NON MI È PIACIUTO
▼ Veramente non riesco a trovare nulla che non mi sia piaciuto!! Forse avrei voluto più scene con Jin? (ma queste non mi sarebbero bastate in ogni caso, quindi non vale!! XD)

> PER CONCLUDERE…
Il massimo delle stelline per questo sequel che ha saputo stupirmi con i suoi colpi di scena, incantarmi con le sue leggende e catturarmi ancora tra la magia della sabbia del deserto. Datemi ora il capitolo conclusivo, amo questa serie!!